Le nuove professioni nell'era del web 3.0 - figure professionali web 3.0

Il web rappresenta il luogo virtuale dove tutto è veloce, dinamico; lo si può notare dal fatto che si è avuto un celere passaggio dal web 1.0 al 2.0 fino ad arrivare in maniera rapidissima al 3.0, senza neanche accorgersene.

Tutto ciò porta inevitabilmente alla nascita di nuove professioni poiché, così come cambiano le ere, si modificano le necessità di chi si trova immerso nell’universo digitale.

Il web 3.0 ha dato vita a nuove figure professionali che prima di esso non esistevano nell’immaginario collettivo. Vediamole insieme!

 

  • Il Community Manager (CM) è il rappresentante della community che ricopre un ruolo ben preciso: attira gli utenti e li coinvolge rendendoli partecipi alle tante discussioni che si instaurano. Ha ottime capacità di gestione delle critiche, e ha il compito di riuscire a trasformare ogni opinione negativa in utilità per il brand.

  • Il Transmedia Web Editor (TWE) rappresenta il creatore di contenuti; è colui che si occupa di inserire contenuti all’interno di ogni pagina web: articoli (post), aggiornamenti multimediali e tutte le informazioni che possano essere utili agli utenti. Il TWE deve essere tempestivo, in grado di captare news allettanti, ma allo stesso tempo utili all’utente, rielaborate secondo un proprio stile quanto più originale possibile.

  • Il Digital PR è il costruttore delle Pubbliche Relazioni, capace di creare una rete di contatti, e quindi in grado di gestire le relazioni, non solo rimanendo “dietro le quinte” del web, ma anche dal vivo. Di fondamentale importanza per tale figura è l’informazione e la comunicazione: il Digital PR deve infatti comunicare le notizie in tempo reale.

  • L’All-Line Advertiser è l’esperto della promozione integrata,  il quale ha il compito di delineare la giusta strategia utilizzando gli strumenti promozionali della Rete: banner, newsletter, ecc. Prima di avviare una campagna di advertising deve però inquadrare gli obiettivi da raggiungere in base al budget di cui dispone; e, solo dopo aver studiato nel dettaglio l’oggetto dell’attività promozionale e tutto ciò che si riferisce al brand (posizionamento, linguaggio, pubblico di riferimento, competitors, ecc.), può tracciare la sua tattica.

  • L’e-Reputation Manager rappresenta la figura a metà tra l’analista e l’addetto alle Pubbliche Relazioni. Esso si occupa di individuare i movimenti della Rete il cui obiettivo è quello di sottolineare le conversazioni più importanti, in termini di parole chiave, e esaminarle in modo da fornire un panorama completo riguardo alla percezione che il web ha rispetto al brand o all’azienda stessa.

  • Il Search Engine Optimizer si occupa di SEO ed è in grado di condurre un sito alla massima visibilità nei motori di ricerca. Perché il lavoro del SEO sia efficace bisogna che sia integrato con una strategia di marketing e con lo sviluppo del sito stesso.

  • Il ruolo del Web Analyst si traduce nell’interpretare i dati della Rete dando al proprio cliente analisi dettagliate mediante l’elaborazione di un report completo.

  • Il Content Curator è l’esploratore di notizie in grado di sondare il web al fine di andare alla ricerca di notizie nuove, che potenzia e rende proprie.

Contattaci - Richiedi Preventivo

figure professionali web 3.0